Montecatini .it
ItaliaCiclismo .net Elite-Under23 Juniores Allievi Esordienti contatti
 
ITALIA CICLISMO

ItaliaCiclismo .net Ciclismo Foto e Video 


  • Elite-Under23
  • Juniores
  • Allievi
  • Esordienti
  • Giovanissimi
  • Donne
  • Cicloamatori

    Sezioni

  • TopTeam
  • Altre Info
  • Gare a Tappe
  • Campionati
  • Classifiche
  • Challange
  • Calendari
  • Video

    Links

  • FederCiclismo

    Contatti

  • E-m@il

    Archivio

  • Archivio 2013
  • Archivio 2012
  • Archivio 2011
  • Archivio 2010
  • Archivio 2009
  • Archivio 2008

    Link Sponsorizzati

    CRONO JRS FIANDRE 2021 9 BONETTO, 24 BESSEGA - CIPRESSI E BARALE LONTANE DALLA VETTA

    Primo Piano - 21 Set 2021 


    Ultima giornata di cronometro ai Mondiali strada 2021 in programma nelle Fiandre. Sul tracciato che va da Knokke-Heist a Bruges, quattro gli azzurri in gara per la categoria juniores: Samuele Bonetto e Tommaso Bessega al maschile, Carlotta Cipressi e Francesca Barale al femminile.

    CIPRESSI E BARALE LONTANE DALLE PRIME POSIZIONI - La campionessa continentale crono donne juniores, Alena Ivanchenko si mette anche la maglia iridata nella gara di apertura del terzo giorno dei Mondiali strada nelle Fiandre. La russa copre i 19,4 chilometri con il tempo in 25'05"49. Alle sue spalle, a 10", la britannica, figlia d'arte, Zoe Backstedt. Terzo posto e medaglia di bronzo per la tedesca Antonia Niedermaier. Le azzurre Carlotta Cipressi e Francesca Barale terminano lontane dalle prime posizioni, rispettivamente al 29 posto, a 3'23", e al 43, a 3'53".


    "La caduta di ieri l'ho sentita tutta oggi - racconta la Cipressi al termine della gara -. Avevo le gambe doloranti. Non e' stato un bel modo per cominciare questi Mondiali ma spero di rifarmi nella prova in linea". La gara delle due azzurre si puo' dire iniziata proprio ieri, durante l'allenamento di rifinitura in vista della prova di oggi. L'azzurra ha incrociato i binari del tram e la compagna di squadra, che la seguiva a ruota, e' finita anche lei a terra. "Devo dire che questo tracciato poco si adatta alle mie caratteristiche - dice la Francesca Barale subito dopo il traguardo - e poi non e' stata una giornata felice... non riuscivo a fare velocita' nonostante abbia dato fondo a tutto quello che avevo".


    NONA PIAZZA PER BONETTO, 24ESIMO BESSEGA - E' Gustav Wang a conquistare l'ultimo titolo a cronometro in palio nei Campionati del Mondo strada di Fiandre 2021. Il danese si impone tra gli junior coprendo i 22,3 km di tracciato da Knokke-Heist a Bruges in 25'37", con una media di 52,2 km/h: sceso in strada tra i primi, va nettamente piu' forte degli altri e sale sul primo gradino del podio dopo una lunga attesa sulla hot seat. Medaglia d'argento per il britannico Joshua Tarling, a +20", mentre a chiudere il podio e' il fresco campione europeo e padrone di casa Alec Segaert (+29"), appena mezzo secondo meglio dell'altro danese Carl-Frederik Bevort, che deve accontentarsi della medaglia di legno.

    Primo tra gli azzurri e' Samuele Bonetto, che conclude la sua crono in nona posizione con un tempo di 26'31": "Non penso di avere nulla da recriminare, e' pur sempre una Top 10 mondiale. Ho cercato di correre al meglio delle mie possibilita' e posso dire di essere soddisfatto" spiega al termine della corsa. Appena 18 anni e gia' un palmares da fare invidia: solo nel 2021 l'azzurro ha portato a casa il tricolore a cronometro, il titolo europeo e poi quello mondiale nell'Inseguimento Individuale. Ce li racconta cosi: "Sono state emozioni incredibili. Se penso di aver cominciato ad andare in pista soltanto ad aprile sono risultati quasi assurdi. Forse devo ancora rendermi conto: e' un mix di emozioni, adrenalina, gioia, incredulita' che non ho mai provato in vita mia, ed e' stato bellissimo". Adesso testa alla prova in linea: "Secondo me siamo una bella squadra, possiamo giocarcela al meglio. Il percorso e' interessante, da respiri e si puo' aprire a tante soluzioni".

    24esimo posto a 1'38" dall'oro per l'altro azzurro in gara, Tommaso Bessega: "Sono soddisfatto: questo e' il mio primo anno da juniores e gia' essere qui al Mondiale e' tanta roba. La prova e' stata molto dura, nel finale tendeva a salire, quindi la gamba faceva molto male".







    Primo Piano - 21 Set 2021